Senza fiato

large (2)

“Dondolando sui miei fianchi, bianchi e stanchi come te che insegui me”. Le note risuonavano indisturbate nel bar ormai vuoto. Stavo mettendo via gli ultimi bicchieri e me ne ero concesso uno bello forte, non era stata la mia serata migliore. Percorsi il breve corridoio dietro il bancone per spegnere la luce. Ma è lì che la vedo. Nell’angolo, seduta a terra a gambe incrociate a scrivere. Cosa scrive non lo so, non si oso chiederglielo eppure lei scrive. Nonostante qui ci sia venuta solo un paio di volte, lei è lì seduta dietro il bancone a scrivere. I capelli lunghi e sciolti con alcune ciocche tenute ferme da due fermargli, gli occhiali che le scivolano un po’ dal naso, le mani delicate e sensuali allo stesso tempo con le unghie smaltate di nero. Il nero era il suo colore predefinito. L’altra sera era arrivata, con una tutina nera a maniche lunghe, aderente nei punti giusti tanto da non farla sembrare più una piccola diciottenne. Tacchi neri e alti, collana e rossetto rosso ciliegia. Nulla a che vedere con le volgari ragazze che in genere giravano al bar. Quelle che per farsi notare avevano bisogno di scollature vertiginose. In genere erano volgari anche i loro modi, e soprattutto i lori discorsi. Ma lei invece era ancora più bella lì seduta con una semplice tuta e un maglione largo. Ancora più bella e delicata perché il bar era vuoto e finalmente avrei potuto dedicarmi completamente a lei. Guardandola dall’alto sembrava davvero una sirena ma non glielo avrei detto. L’uomo che l’aveva definita così qualche sera prima la guardava e la stava spogliando con gli occhi con un sorrisetto da depravato. E lei non aveva fatto altro che guardarlo e non parlare. Annuiva soltanto quando quell’uomo si rivolgeva direttamente a lei, altrimenti guardava me non sapendo cosa fare. Dopo aveva ammesso di essere terrorizzata dall’uomo-sirena, ormai gli aveva trovato un soprannome. E io altro non potevo fare che prometterle che l’avrei protetta ogni volta che sarebbe venuta da me.

Annunci

3 thoughts on “Senza fiato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...